DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ (DICO) - DM 37/08

Risposte gratuite




Qualora emergano dubbi sull’utilizzo dei software, sulla corretta compilazione della dichiarazione di conformità o di rispondenza ovvero sull’applicazione del DM 37/08 e più in generale su questioni tecniche è sufficiente scrivere alla rubrica Lettere al Direttore della rivista TuttoNormel (info@tne.it) per avere risposta.

A titolo di esempio nel seguito sono riportate alcune domande alle quali TuttoNormel ha già dato risposta.

 Il comune non accetta la dichiarazione di conformità che gli abbiamo consegnato perché nel modulo della

dichiarazione non c’è il riferimento al decreto 37/08. Cosa devo fare?


 Se realizzo più impianti nello stesso locale, ad esempio elettrico ed elettronico, posso fare una dichiarazione di

conformità cumulativa o devo fare una dichiarazione di conformità per ogni impianto?


 Il comune chiede il progetto, prima di iniziare i lavori, anche quando non è obbligatorio quello del

professionista. La richiesta è legittima?


 In quali casi la dichiarazione di conformità deve essere consegnata allo sportello unico?

 Motorizzo un cancello manuale esistente. Quali dichiarazioni devo consegnare al cliente e quali sono le mie

responsabilità?


 Il committente affida l’incarico di eseguire dei lavori ad un’impresa, che subappalta la realizzazione

dell’impianto elettrico ad un’altra impresa. Chi deve emettere la dichiarazione di conformità?


 Come va fatta la dichiarazione di conformità dell’impianto di cantiere e quante copie devono essere rilasciate?

 Sono un artigiano. Nel modulo della dichiarazione di conformità è prevista la firma del dichiarante e del

responsabile tecnico. Come devo comportarmi?


 Nella dichiarazione di conformità si deve indicare il proprietario dell’immobile. Nel caso in cui il locale è di più

proprietari (ad esempio tre o quattro), è necessario indicare tutti i proprietari o è sufficiente citarne uno solo?


 Ho realizzato un impianto elettrico nuovo dove il committente è un costruttore; devo portare io la dichiarazione

di conformità al comune o lo può fare il costruttore o anche il proprietario?


 Quando l’installatore è obbligato a fare il POS?

 È obbligatorio allegare le note alla dichiarazione di conformità?

 Sul certificato della CCIAA risulta che siamo abilitati ancora per la legge 46/90 e non per il decreto 37/08.

Possiamo avere dei problemi ? Dobbiamo fare qualcosa?


 Va rilasciata la dichiarazione di conformità per l’impianto degli stand di una fiera di paese. Serve il progetto?

 Un impianto che doveva avere il progetto in base alla legge 46/90 è stato realizzato senza progetto.

Sull’impianto è presente la dichiarazione di conformità. Occorre fare qualcosa?


 Devo fare un impianto per il quale è obbligatorio il progetto del professionista, ma il cliente non lo vuole.

Come posso comportarmi per non incorrere in sanzioni e non perdere il cliente?


 Un cancello è montato da anni, e fino ad oggi, è ad apertura e chiusura manuale. Il cliente possiede un motore

e la centralina, e vuole che motorizzi il cancello usando questi materiali. Cosa rischio se lo faccio?


 Devo realizzare l’impianto di un negozio da 10 kW. So già, però, che il cliente stipulerà un contratto da 6 kW.

È obbligatorio il progetto del professionista?


 Se in un appartamento aggiungo una presa e rilascio la dichiarazione di conformità, mi assumo la responsabilità

dell’intero impianto elettrico, o solo della parte nuova da me realizzata?


 Prima del decreto 37/08 è stato realizzato in un negozio un impianto da 10 kW, senza progetto perché non era

richiesto dalla legge 46/90. Ora il progetto del professionista è obbligatorio sopra i 6 kW: occorre predisporlo?